News

 

20/03/2012
6v8k7878

Quest’anno, il Rocknet Live Award 2012 premia la Val Gardena, grazie al gruppo folk-rock “Nolunta’s” che conquista, sovrano, giuria e pubblico. Si aggiudicano il secondo posto i “Reach Us Endorphine” di Barbiano, mentre al terzo si piazzano i “turbotrööt”. Il 20 marzo 2012, alla sede della Fondazione Cassa di Risparmio a Bolzano, è avvenuta la premiazione.



L’edizione di quest’anno del Rocknet Live Award si è svolta presso la Casa della cultura di Nalles, che dal 23 al 26 febbraio si è trasformata nel “regno altoatesino del rock”. 25 band provenienti da tutta la Provincia hanno, infatti, disputato le tre eliminatorie e la finale del più famoso concorso per gruppi rock dell’Alto Adige. Dopo aver ascoltato 20 ore di musica dal vivo, giuria e pubblico hanno decretato i vincitori: la band della Val Gardena “Nolunta’s”, seguita da “Reach Us Endorphine” e “turbotrööt”.

Il gruppo “Nolunta’s”, fondato come progetto acustico a marzo 2011, produce un inconfondibile suono ricco di passione, grazie a chitarra, mandolino, ukulele, contrabbasso, djembe, armonica stiriana, armonica a bocca e batteria. Il sound dei “Nolunta’s” non è una “sequenza di note”, come la band stessa afferma, “bensì musica che fluisce da ogni membro del gruppo per formare un insieme unico”.

Il gruppo è composto da sei artisti: Andreas Kondrak (lead vocals, rhythm guitar, mandoline, ukulele), Simon Paur (styrian harp, mouth harps, vocals), Luigi Romanelli (lead guitar), Stephan Canins (double bass, vocals), Hannes Senoner (percussions, vocals) e Leo Großrubatscher (drums, vocals).

I “Nolunta’s” hanno rischiato di non arrivare in finale: pur essendosi aggiudicati la valutazione della giuria, il punteggio complessivo delle eliminatorie era a favore di “Noisociety” e “Illyrica”, piazzati poi “solo” al 4° e 5° posto. Durante la finale, i “Nolunta’s” hanno entusiasmato sia la giuria che il pubblico, conquistando entrambe le valutazioni.

Il 2° posto è andato a una “vecchia conoscenza” del Rocknet, i “Reach Us Endorphine” di Barbiano, la band metal-rock che ruota intorno al cantante Alexander Stein, vincitrice del concorso nel 2009 e terza classificata nel 2010. Il gruppo, fondato nel 2005, a novembre 2009 ha partecipato a una tournée in Germania, aprendo i concerti dei Frei.Wild.

Quest’anno, si è aggiudicato il terzo posto un “curioso” gruppo indie-rock chiamato “turbotrööt”: Susan La Dez (vocals), Nick Barbolini (drums), Wilco Lensink (bass) e Lukas Abram (sax), che emettono “rumori raffinati”, come loro stessi amano definire la propria musica. I testi dei turbotrööt”, che si esibiscono indossando bizzarre pellicce, sono essenzialmente in dialetto, per un divertimento allo stato puro, reso speciale dalla cantante rosso-fuoco, un eyecatcher d’eccezione.

Il Rocknet Live Award ricompensa l’impegno artistico di ogni gruppo finalista con premi da 500 a 3.000 euro. Inoltre, la band che si aggiudica il primo posto vince una chitarra “Fender Stratocaster” in oro, personalizzata. “Questa scelta è dovuta al fatto che, solitamente, i giovani gruppi rock non hanno la possibilità di ottenere contributi per le attrezzature e gli strumenti”, ha riferito Walter Eschgfäller, presidente dell’associazione organizzatrice Liederszene Südtirol/rocknet.bz. Con questo premio, consegnato sotto forma di buoni acquisto da spendere presso negozi di musica, “cerchiamo di alleggerire le costanti difficoltà economiche delle band. La premessa è il raggiungimento della finale altoatesina, per premiare performance, talento e abilità dei gruppi”, ha rivelato Eschgfäller.

La band vincitrice della Val Gardena ha in programma alcuni eventi: il 31 marzo i “Nolunta’s” si esibiscono fuori concorso, come guest-headliner, in occasione della semifinale dell’Austrian Band Contest presso il Gasometer di Vienna, mentre il 6 luglio saranno al “Rock im Ring” sul Renon. 

Patrick Planötscher, incaricato dagli organizzatori di allenare i bassisti nei pomeriggi prima delle esibizioni, è rimasto affascinato dalla qualità delle giovani band. La giuria era composta da 20 esperti: Christian Kaufmann, Mike Wachtler, Gunnar Thöni, Klemens Riegler, Tobias Planer, Manni Florian, Christian Wohlgemuth, Ewald Kontschieder, Thomas Vonmetz, Armin Rottensteiner, Alessio Posar, Gigi Mongelli, Andrea Maffei, Mario Punzi, Roland Leitner, Raimund Seebacher, Andreas Marmsoler, Klaus Ramoser e Diego Moroder.

La sera della finale, la “varietà delle band” e il fatto che “le differenti generazioni presenti tra il pubblico abbiano incitato insieme i musicisti” sono stati fonte di gioia per Walter Eschgfäller. Anche quest’anno, in occasione della riunione che ha fatto seguito alle esibizioni, tutti i membri della giuria si sono mostrati sorpresi dall’elevato livello dei gruppi; tuttavia, dalla loro valutazione è emersa una netta preferenza per la band vincitrice.

Il Rocknet Live Award è sponsorizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio e dai tre Assessorati alla cultura della Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige.